martedì 26 agosto 2014

Riso venere con julienne di seppia e pesto di prezzemolo

L'abbinamento riso venere-gamberi l'avevo già fatto, riso venere- zucchine pure e allora ho cercato di fare qualche cosa di diverso, per lo meno ho tentato.
Essendo un esperimento culinario ho fatto solo per due persone e seguendo un'idea di base che poi poteva cambiare in corso d'opera.
E' venuto fuori un piatto gradevole, non eccezionale, ma sicuramente da rifare.

















Per due-tre  persone:

160 gr riso venere
2 seppie
un mazzetto piccolo di prezzemolo
una decina di foglie di basilico
uno spicchio d'aglio piccolo
un cucchiaio scarso di capperi sotto sale
2 filetti di acciuga
buccia di limone grattugiata q.b.
olio
sale
pepe

Ho lessato il riso venere nella pentola a pressione, l'acqua tre volte il volume del riso e 12 minuti di cottura dal fischio.
Ho tagliato a julienne le seppie, le ho fatte cuocere velocemente in una padella con uno spicchio di aglio tritato e soffritto pochissimo nell'olio.
Tolte le seppie, ho lasciato il liquido nella padella e vi ho messo ad insaporire il riso, salato e pepato e, successivamente ho unito parte delle seppie. Togliere dal fuoco.

Preparazione del pesto:
mettere in un robot piccolo (io ne ho in dotazione al mini pimer che funziona alla perfezione) i capperi dissalati, le acciughe e tritare, mettere il prezzemolo e azionare ancora, poi il basilico con un po' di sale, l'olio, non molto, e anche un cucchiaio di acqua.
Azionare ancora il robot fino ad avere una salsa omogenea, aggiustare di sale e pepe e unire la buccia grattugiata di mezzo limone.
Prendere un coppapasta con estrattore, mettere il riso, pressare, estrarre e mettere qualche pezzetto di seppia per guarnizione, alla base mettere un po' di pesto al prezzemolo.
Per dare una nota di colore ho messo nel piatto anche i pomodorini confit.

2 commenti:

  1. Ottima preparazione, saporita e gustosa! Ha anche un bell'effetto cromatico. Brava!!

    RispondiElimina