lunedì 7 ottobre 2013

Zuppa di ovoli


Piove, comincia a fare freddo e perché non concedersi una bella zuppa di funghi?
Quest'anno sono stata fortunata: un paio di amici, esperti raccoglitori di funghi, ce ne hanno regalati un bel po', dono super gradito!
A casa mia ovoli significava farne una profumatissima zuppa; niente insalata e nemmeno fritti, sempre e solo così.



Per le dosi vado a occhio, di solito la preparo per due-tre persone, dipende da quanti me ne regalano.
In un tegame di coccio, ovviamente!, faccio soffriggere mezza cipolla media, affettata sottilissima, con poco olio e anche un goccino-ino di acqua.
Aggiungo un rametto di prezzemolo e la polpa di pomodoro tritata, se ho i pomodori freschi, ma va bene anche la passata, circa 4-5 cucchiai.
Sale, peperoncino e lascio cuocere per 5 minuti o poco più.
Aggiungo gli ovoli tagliati a spicchi, faccio insaporire, metto altro sale e poi acqua a coprire abbondantemente.
La servo su fette di pane bruscato (abbrustolito), strofinato con uno spicchio di aglio, e spezzettato grossolanamente.

4 commenti:

  1. buon cammino Maddalena! Ne avremo di cose da condividere!!

    In bocca al lupo!

    RispondiElimina
  2. Buona partenza!
    E buon divertimento!

    RispondiElimina